mercoledì 16 dicembre 2009

SEMPLICE DECORAZIONE

Il 24 Novembre è stato il compleanno della mia cara cognatina Melania.
E così, una torta improvvisata...!Che m'invento stavolta???
Vado al supermercato e vedo quei bastoncini buonissimi e golosissimi ricoperti di cioccolato e lì...l'illuminazione :D
Così un nastro, un fiore, il cioccolato, un po' di amore e fantasia e...voilà!!!
A me piace...semplice e carina!!!
Ci risentiamo presto con le nuove ricettine di Natale...evviva!


giovedì 29 ottobre 2009

FINALMENTE....

Dopo mesi finalmente sono riuscita a preparare qualcosa. Non è una nuova ricetta, ma almeno posso ritornare sul mio caro blog...! :-)
Mercoledì ho preparato una torta per il compleanno di una mia cara amica!!!
E' farcita con semplice crema pasticcera e pezzetti di cioccolato :-D
Sperando che la dolcezza di questa torta le possa ridare un po' di serenità e anche un piccolo sorriso...!!!
E spero anche che questo mio ritorno in cucina, prosegua con più intensità...senza assenza troppo lunghe.
E' un piacere leggere le vostre ricette e i vostri commenti...mi sono mancati!
Un bacione


martedì 22 settembre 2009

Il mio ritorno!!!

E dopo poco più di 3 mesi, ritorno a scrivere sul mio caro e dolce blog!
Mi è mancato tanto...!!
La mia passione per la cucina, quest'estate l'ho tralasciata, ma sono pronta a ricominciare.
E' stata una lunga estate, a tratti brutta, difficile e stressante.., a tratti unica e fantastica.
Ho fatto nuove esperienze, ho capito tante altre cose della vita ed ho fatto la mia prima vacanza senza famiglia.
Ed ora che dovrei ricominciare la vita di tutti i giorni, ho ancora la mente che vola e non vuole saperne di tornare a terra. Spero di recuperare presto, di aggiornarmi di ogni piccola o grande novità di tutte voi!!
A presto con una nuovissima ricetta...!
Un bacione

domenica 14 giugno 2009

IL MIO PRIMO PREMIOOOOOOOOOOOOOOO :o)

Alè..., ho ricevuto il mio primo premio da Betty :o) Grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
E' un "mostriciattolo" a cui ognuno può dare un nome.
Così io vi presento: REMY  :-D

Potete dare anche voi il nome che preferite a questo carinissimo personaggio, hehe!
Assegno questo premio a 5 blog:

ROTOLO CON MARMELLATA


Un dolce che ho fatto una sola volta!Non è tra i miei preferiti, ma è molto semplice e veloce da preparare, con un gusto delicato e leggero.

120 gr di farina
120 gr di zucchero
4 uova
1 pizzico di sale
marmellata q.b. o nutella o qualsiasi altra crema

Sbattere bene lo zucchero con i tuorli, finchè diventano spumosi e chiari. Aggiungere poi la farina. A parte si montano a neve ben ferma, gli albumi con un pizzico di sale e si incorporano, mescolando con un cucchiaio di legno, dal basso verso l'alto, nel composto di tuorli e zucchero. Si versa in una teglia rettangolare ( 27x34 ) ricoperta di carta forno e si cuoce a 180° per 12-15 minuti. Nel frattempo si inumidisce un canovaccio e si stende su un piano. Una volta cotto il pan di spagna, si sposta sul canovaccio e lo si ricopre con l'altro foglio di carta forno. Si arrotola, si tiene così qualche secondo e poi si srotola. Si lascia raffreddare così!!Si stende poi la marmellata o la crema e si arrotola di nuovo!Si ricopre con una pellicola e si lascia in frigo per almeno un'ora. Poi si può decorare a piacere...a seconda del ripieno che avete usato.

BuOn ApPeTiTo...
e buona domenicaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

sabato 13 giugno 2009

DANUBIO


E per stasera ho preparato un buonissimo antipastino...il famoso DANUBIO!!
Piccole palline di pasta brioche, ripiene di prosciutto e formaggio o di qualunque altro sapore piaccia. Stavolta però ho cambiato forma. Oltre alle palline, ho preparato dei piccoli cornetti e dei rusticini con i wurstel (come si fanno con la pasta sfoglia).
La ricetta che uso è questa:

500 gr. fi farina 00
2 tuorli
2 cucchiai di zucchero
50 gr di burro
1/2 cucchiaino di sale
1 cubetto di lievito di birra
250 ml di latte
salumi per la farcitura + un po' di burro + un uovo

Disporre la farina a fontana e al centro versare gli ingredienti: zucchero, tuorli, sale, il burro fuso, il lievito sbriciolato e un po' alla volta il latte tiepido. Di solito preferisco impastare a mano, così mi rendo conto dell'elasticità e morbidezza della pasta...e questa in particolare, più si lavora e più migliora.
Si lascia riposare e nel frattempo si prepara il ripieno. Io ho usato prosciutto cotto e provola, tagliati a dadini.
Dopo circa 20 minuti, si stende la pasta con uno spessore di quasi 1 cm e si taglia a piccoli dischi, o a triangoli (per i cornetti) o a listarelle (per quelli con i wurstel). Si prende in mano il disco, si forma un incavo al centro e si posiziona un pezzettino di burro e il ripieno. Si richiude bene e si posiziona su una teglia, ricoperta di carta forno, disponendo la parte liscia sopra e la chiusura sotto. Per i cornetti invece, il ripieno si posiziona alla base (la parte più larga del triangolo) e si arrotola verso la punta. Per i rusticini ai wurstel, non si fa altro che arrotolare la pasta intorno.
Si lasciano lievitare fino al raddoppio..di solito un'oretta e si spennellano con un uovo. Cuorete a 180° per circa 20 minuti.

Sono soffici e stra-buoni!!!
:o)

venerdì 12 giugno 2009

RISOTTO AL LIMONE

E finalmente sono ritornata a scrivere qualche nuova ricetta!
Stavolta c'è una grande novità però...è la prima volta che posto un primo piatto :o)
Ho deciso di cominciare ad imparare a cucinare un po' di tutto e quindi...praticaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!
Sinceramente ho già provato e me la cavo abbastanza bene, ma non ho mai pensato di fare foto ed inserire le ricette. Oggi abbiamo deciso di mangiare qualcosa di diverso, di "stravagante" e originale :o)
Se vi piace il limone...allora vi piacerà veramente tanto!!

Per 4 persone:
300 gr di riso arborio
1/cipolla
1 limone
1 mazzetto di erba cipollina
2 dadi per brodo vegetale
2 cucchiai di olio
1 bustina di zafferano

Lavate il limone, grattuggiate la scorza e spremete il succo. Sciogliete poi i 2 dadi in 1 litro di acqua in ebollizione. Nel frattempo tagliate la cipolla finemente e fatela appassire in una casseruola con olio; aggiungere il riso e fatelo tostare e aggiungere il limone. A questo punto si può procedere in due modi:
1) aggiungete tutto il brodo al riso, chiudete con il coperchio e lasciate cuocere il tempo necessario (i minuti sono scritti sulla scatola del riso);
2) aggiungete un po' di brodo (bisogna coprire il riso), lasciate assorbire un po' e poi mescolare per fare assorbire l'acqua...e si procede così fino ad aggiungere tutto il brodo. Il tempo di cottura è sempre lo stesso, più o meno.
Io preferisco il secondo, perchè il riso viene più cremoso!
A fine cottura, aggiungete la bustina di zafferano, la scorza grattuggiata del limone e l'erba cipollina tagliata finemente e mescolate. Lasciate riposare un pochino e servitelo ancora caldo.

E' molto particolare come sapore!Fresco ed estivo...!Lascia un buon gusto!
Se siete coraggiosi...provatelooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!
:-D

venerdì 29 maggio 2009

Noooooooooooo....

.................come ho potuto???
Sono stata attenta e fino ad ora non mi era"sfuggito" ancora, uffi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Di solito ogni..1000 visite, faccio una festa :-)
Stavolta non mi sono accorta di aver superato i 4000, mhmm!!!
Va bè, diciamo la verità...è solo una scusa per lasciare un piccolo saluto. A prestissimoooooooooooo..promesso :-D

domenica 24 maggio 2009

TORTA ALLE CAROTE

E questa mattina un bel dolcetto per la colazione domenicale!
Indecisa su cosa provare di nuovo...ho optato per questo dolce alle carote. L'ho provato diversi anni fa', ma non me lo ricordavo più e non avevo neanche più la ricetta, così ho seguito quella del libro della Clerici, che ancora una volta...non mi ha delusa!
E' semplicissimo da preparare, delicato e ottimo per la colazione...!

Occorrono:
200 gr di farina
300 gr di carote
60 gr di mandorle finemente tritate
200 gr di zucchero
2 uova
1 bustina di lievito pane degli angeli
90 ml di olio di semi di mais
100 ml di latte

Grattuggiare le carote e cercare di eliminare tutto il succo. Io una volta grattuggiate le ho messe in uno schiacciapatate ed ha funzionato benissimo :-) Setacciare la farina, le mandorle ed il lievito. Sbattere bene le uova intere con lo zucchero, finchè non diventi un conposto bello spumoso e chiaro. Aggiungere le carote, poi l'olio e il latte, alternandolo con la farina. Si ottiene un bel composto, nè troppo solido nè liquido. Versare o in delle formine o in uno stampo per plum cake (o a piacere..) imburrato ed infarinato. Infornare a 180° per almeno 30 minuti. A me ha impiegato circa 40 minuti. Lasciar raffreddare e spolverizzare con zucchero a velo.

E poi non resta che...tagliare una bella fetta, o magari più di una :-D e gustarlo con tranquillità :-)
Buon appetitooooooooooooooooooooo e buona proseguimento di questa splendida e solare domenica!!!

Da Casella personale

mercoledì 20 maggio 2009

RIMINI WELLNESS...

Buongiornoooooooooooo!!! :-)
Siamo già a mercoledì...aiuto, come passa il tempo!Ancora nessuna ricettina da postare...!
Questo fine settimana non ho preparato nulla di buono, a differenza di ciò che ho visto nelle foto del raduno del grande "Ricettario di Bianca"!
L'anno prossimo cercherò di non perdermi questa bella occasione di gustare le vostre delizie e di conoscere tutti voi.
Racconto il mio weekend invece :-D
Stavolta invece di allenare gli addomi"panza", ho allenato i veri addominali, hehe :-)  La palestra dove sono iscritta ha organizzato un pullman per partecipare al Rimini Wellness!
Beh, lì non si vedono passare primi piatti o dolci strepitosi...!Ogni tanto magari vedevi qualcuno con una misera pizzetta o una piccola piadina, che mangiava imbarazzato e quasi di nascosto, hihi!No scherzo!E' stata davvero una bella esperienza. Chi ama lo sport non può non apprezzare!!
Una fiera con dei padiglioni enormi, stra-piena di gente, musica assordante, istruttori con un'energia davvero invidiabile e persone con un fisico eccezionale!Amo quel mondo come amo la cucina...!E' un po' una contraddizione, ma è così!Forse non riuscirei a sacrificare cioccolato, creme e bignè per un addominale più scolpito, o ad una pizza o ad una grande abbuffata, per avere un fisico perfetto!Quest'esperienza mi ha dato altro!Mi ha dato energia, vitalità, mi ha ridato la voglia di imparare, di ballare, di ascoltare e vivere quella musica fino all'ultima nota, sentirla scorrere dentro, sorridere e sentire nelle gambe e nelle braccia, nel cuore e nella testa, una forza imbattibile!Credo che la vita spesso ci mette alla prova, ci fa "cadere" con così tanta facilità e così tante volte, che spesso si arriva al punto di lasciar perdere tutto. Ero arrivata al punto di sentirmi delusa, triste, demotivata; ho pensato che non sarei mai riuscita a concludere niente durante la mia esistenza, che non ero mai abbastanza, che non sarei riuscita a dare mai il massimo...!Per fortuna poi, magari una piccola occasione, qualcosa che per un'altra persona non significa nulla, per te è un nuovo inizio!Ed è così che un weekend improvvisato mi ha ridato ancora un po' di vita :-)
Speriamo almeno duri il più possibile!
Ci risentiamo presto per una bella ricettina magari...!
Buona settimana...

Da Casella personale

mercoledì 13 maggio 2009

CAPRESE AL LIMONCELLO

 

Sabato scorso mio fratello mi ha chiesto un dolce per un'importante occasione :o) e così, ho deciso di sperimentare una nuova ricetta!!La classica caprese ci aveva sorpresi per la sua suprema bontà, ma siccome non potevo usare cioccolato, ho optato per questa ricettina che ho trovato non ricordo dove e che non prevede cioccolato!E' buona davvero e anche semplice da preparare.
Occorrono soltanto:

300 gr di mandorle sgusciate e tritate finemente
150 gr di zucchero
5 uova
la buccia grattata di un limone
1/2 bicchiere di limoncello
40 gr di fecola di patate
1 pizzico di sale
zucchero a velo

Si comincia col montare gli albumi con un pizzico di sale. E' importante montarli molto sodi!!!
Separatamente montare i tuorli con lo zucchero e la buccia di limone, finchè assumono un colore bello chiaro. Aggiungere a questo impasto, con un cucchiaio di legno, la fecola di patate, le mandorle, il limoncello ed infine gli albumi. Gli ingredienti vanno naturalmente aggiunti un po' alla volta alternandoli, e gli albumi vanno sempre mescolati con un movimento che va dal basso verso l'alto, per evitare che si smontino. Versare in un ruoto imburrato ed infaritato e cuocere a 150° in forno ventilato. Io ho fatto un unico tortino, in un ruoto di 25 cm di diametro. Poi naturalmente ci si regola a seconda dell'altezza che piace. Una volta raffreddata si può decorare con zucchero a velo!
Provatela :o)

domenica 10 maggio 2009

W W W LE MAMME ----@

"Mamma, son tanto felice
perché ritorno da te.
La mia canzone ti dice
ch'è il più bel sogno per me!
Mamma son tanto felice...
Viver lontano perché?


Mamma, solo per te la mia canzone vola,
mamma, sarai con me, tu non sarai più sola!
Quanto ti voglio bene!
Queste parole d'amore che ti sospira il mio cuore
forse non s'usano più,
mamma!
ma la canzone mia più bella sei tu!
Sei tu la vita
e per la vita non ti lascio mai più!


Sento la mano tua stanca:
cerca i miei riccioli d'or.
Sento, e la voce ti manca,
la ninna nanna d'allor.
Oggi la testa tua bianca
io voglio stringere al cuor.


Mamma, solo per te la mia canzone vola,
mamma, sarai con me, tu non sarai più sola!
Quanto ti voglio bene!
Queste parole d'amore che ti sospira il mio cuore
forse non s'usano più,
mamma!
ma la canzone mia più bella sei tu!
Sei tu la vita
e per la vita non ti lascio mai più!
Mamma... mai più!"


Ricordo questa canzone da quando ero piccola!!!E' bella, "leggera", dolce e potente al tempo stesso. Racchiude tutta la bellezza del sentimento che si prova per la propria mamma. Ricordo quando festeggiavamo tutti insieme e le mie zie intonavano questa canzone, non so quante volte, alla loro mamma...e lei felice muoveva le braccia come se stesse dirigendo un'orchestra! Era una grande festa!!!


Purtroppo quei momenti non torneranno più, ma nel cuore noi li abbiamo e io e i miei fratelli cerchiamo, per quel che possiamo, di rendere un tantino diverso questo giorno per lei, che soffre con noi, ride con noi, ascolta e non grida; che farebbe di tutto per rimediare ai suoi piccoli o grandi errori, che con uno schiocco delle dita, vorrebbe regalarci tutto ciò che di più bello possa esistere!!


Noi lo sappiamo e anche se siamo come lei,che nasconde un grande affetto, dietro un semplice sorriso, in questo giorno non possiamo fare altro che dirle GRAZIE...!!!




AUGURI MAMMA...






E questa è una semplice crostata con la marmellata di albicocche!!E' venuta davvero buona, morbida e gustosa. La ricetta è già presente :o) Buona domenica a tutti...!!!

martedì 5 maggio 2009

ALE' OH OH...

Posted by Picasa
Non ci posso credere!!!Dopo 5 giorni di continue prove per inserire una semplicissima foto..ce l'ho fattaaaaaaa!!! :-) :-) :-)
Beh, spero ne sia valsa la pena e che la torta vi piaccia almeno!Altrimenti sarà stato tutto inutile :-( Non ho fatto nessuna decorazione particolare!Volevo cimentarmi in pasta di zucchero e simili, ma mi mancava tutto: glucosio, colori, pennello...!Io ho solo una siringa da pasticciere e qualche beccuccio e così..devo arrangiarmi per adesso!Spero che alla mia cuginetta sia piaciuta...!Beh, ora vittoriosa..posso pubblicare questo post e posso trascorrere una giornata più serena, hihihi :-D Auguro un buon martedì a tutti!!!

giovedì 30 aprile 2009

Quanto tempo...

E' passato un po' di tempo dall'ultimo post. Mhmm, devo rifarmi con qualche nuova ricetta assolutamente :-)
Per adesso, sto preparando una nuova torta di compleanno per la mia cuginetta. Oddio cuginetta..., s'è fatta grande ormai!! :-) Qualche ideuzza già vaga nella mia testolina...saprete presto come sarà!
Semplice, ma se viene come l'ho in mente io, sarà carina!
A presto allora...!
Nel frattempo auguro a tutti un buon 1° Maggio!Peccato il tempo non ci accompagna nel migliore dei modi, ma credo ognuno di noi è capace di renderla comunque una piacevole giornata.
Basta sorridere un po' di più :-D

sabato 18 aprile 2009

E SONO...


Hihihi, le mie solite "stupidaggini" :-D
3000 è il numero di utenti che hanno visitato il mio blog. Così, mentre altri hanno migliaia e migliaia di visitatori, io festeggio per i pochi, ma tanti (per me) viaggiatori, che condividono la mia stessa passione.
Va bè, ogni scusa è buona per scrivere un nuovo post, hehe :-)
E' troppo carina come cosa...!!!
Alcuni ridono, quando pensano alle persone che fanno foto ai piatti che preparano e le aggiungono sui loro blog. Per me invece è una cosa carina; rappresenta un modo di essere; stimola la fantasia; porta a conoscere nuove persone; coltiva ogni giorno di più una passione per un mondo, che non è da sottovalutare, perchè il cibo ormai, non può essere "solo cibo", ma dev'essere buono, bello e nuovo!
Speriamo allora che sempre più persone possano condividere con noi questa grande passione!!!
Buon weekend...e alla prossima :-D

FRITTATA DI SPAGHETTI

Buongiorno :-)
Allora..., questa ricetta è semplicissima, ma buona!Noi la prepariamo sempre per il sabato prima di Pasqua e poi quello che rimane, se rimane, si usa portarlo per la famosa uscita di Pasquetta. Quest'anno però...non è avanzato nulla :-D
Si può fare con i vermicelli, con gli spaghetti o, secondo me, con ogni tipo di pasta...!
Occorrono (per 5 persone):

400 gr di spaghetti
4-5 uova
sale
pepe
salumi e formaggi a piacere

Si cuociono gli spaghetti al dente, quindi si scolano un paio di minuti prima del tempo di cottura scritto sulla busta. Si fanno raffreddare sotto l'acqua e si condiscono con un filo d'olio o burro, sale e pepe. Si sbattono 5 uova e si aggiungono agli spaghetti, cercando di mescolarli bene. Si può condire con i salumi tagliati a dadini e mescolati quindi con gli spaghetti, oppure si prende una teglia, ricoperta di carta forno, si fa uno strato di spaghetti, si condisce con prosciutto e formaggio e si ricopre con un altro strato di spaghetti. Si cuociono in forno già caldo, a 180° per circa 30 minuti.

E' semplicissima, ma è veloce ed è buonissima (anzi..è più buona) anche fredda!!
Alla prossima...


venerdì 17 aprile 2009

CASATIELLO NAPOLETANO


Questo è la prima volta che lo facciamo!!!
E' buonissimo, eccezionale, fantastico, indescrivibile, ottimo...non si può spiegare a parole, bisogna assaporarlo!Non si può dire niente, Napoli in tutto e per tutto, è ineguagliabile!!! :-D

600 gr di farina 00
50 gr di lievito di birra
225 ml di acqua
1 cucchiaino di sale
50 gr di strutto
pepe
3 uova sode
100-150 gr di pecorino e grana grattuggiato
100-150 gr di salumi a piacere, tagliati a dadini

Impastare a lungo la farina, con il lievito, acqua, pepe e sale. Far lievitare circa un'ora o anche meno. Stendere con le mani, aggiungere un po' di strutto ed impastare di nuovo. Stendere, aggiungere altro strutto, grana e pecorino e impastare ancora. Ora viene il passaggio più complicato da descrivere, ma ci proviamo!
Stendere una sfoglia senza matterello. Disporre una parte dei salumi su una striscia di impasto e rigirare su se stessa; aggiungere altri salumi e fare lo stesso movimento fino a quando viene arrotolata tutta la sfoglia. Disporre a corona e aggiungere per decorazione, 3 uova sode, che vengono fissate con un po' di pasta. Spennellare e far lievitare almeno 1 ora.
Cuocere a 190°.

Mi rendo conto che la spiegazione non è molto chiara!Se riesco a fare un disegno o almeno a trovare un modo per farvelo capire, lo aggiungerò. E' un rustico molto lavorato, ma ne vale davvero la pena.

La mitica pastiera


Finalmenteeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee :-)
Eccomi, come promesso, a postare qualche ricettina. Purtroppo non ho fotografato tutto e quindi aggiungo solo qualche ricetta :-(
La Pasqua è passata ormai da una settimana, ma c'è ancora qualche residuo di colomba o cioccolato in giro :-D
Il dolce principale della nostra Pasqua, è naturalmente la pastiera. Quest'anno era più buona del solito...era straordinaria e ne ho mangiata tantissima, hehe!!Già domenica sera non c'era più :-(
Ma voi la conoscete la leggenda della pastiera???

" Si dice che, la sirena Partenope, incantata dalla bellezza del golfo tra Posillipo ed il Vesuvio, avesse fissato lì la sua dimora. Ogni primavera, emergeva dalle acque e con voce melodiosa, allietava le genti del luogo con canti d'amore e di gioia. Per ringraziarla, gli abitanti vollero offrirle le loro cose più preziose: la farina, indispensabile per fare il pane; la ricotta, omaggio dei pastori; le uova, simbolo della vita che si rinnova; i chicchi di grano, ricchezza della campagna; l'acqua dei fiori d'arancio; le spezie preziose, provenienti da terre lontane; lo zucchero, che rappresentava la dolcezza del canto della sirena. Partenope riunì e mescolò gli ingredienti, ottenendo la prima Pastiera, più dolce del suo stesso canto!!"

500 gr di PASTA FROLLA:
300 gr. di farina
100 gr di zucchero
160 gr di burro
1 uovo intero + 2 tuorli
vaniglia
scorza grattuggiata di 1 limone

Amalgamare tutti gli ingredienti velocemente, senza lavorare troppo l'impasto. Avvolgerlo in carta oleata e lasciar riposare almeno mezz'ora in frigo.

500 gr di ricotta
350 gr di zucchero
250 gr di grano bagnato
200 gr di latte
6 uova
burro
acqua di fiori d'arancio
vaniglia
cannella
zucchero a velo

Cuocere nel latte il grano con un cucchiaio di zucchero, vaniglia, cannella, una scorza di limone (che poi va eliminata) ed una noce di burro. Deve raggiungere la consistenza di una crema. Mentre si raffredda, mescolare la ricotta con lo zucchero; unire i tuoli d'uovo, 1-2 cucchiaini di fiori d'arancio, il grano freddo ed infine gli albumi montati a neve. Foderare una teglia per crostate, di pasta frolla, versare il composto e decorare con strisce di pasta frolla incrociate. Cuocere a 180° per circa un'ora. Bisogna sempre controllare con uno spaghetto se l'interno è asciutto. Una volta raffreddate si posso spolverare con zucchero a velo.

E poi....BUON APPETITO :-D

sabato 11 aprile 2009

Aiutami, o Signore risorto,

a sorridere alla Pasqua che celebriamo,

a non pensare a ciò che ho lasciato,

ad essere felice di ciò che ho trovato.

Aiutami, o Signore risorto,

a non volgermi indietro perché l’ieri non c’è più

se non come briciola di lievito per il pane di oggi.

Aiutami a sorridere alla vita che avanza,

sempre così ricca di sorprese e di novità.

Aiutami a sorridere alla poesia che canta nel cuore

Per spingermi alla ricerca di spazi sconfinati.

Aiutami, o Signore risorto, a sorridere ai tentativi che compio

per essere e restare creatura nuova.

Aiutami, o Signore, che sento vivo dentro di me,

perché ora so che, se vengo e sto con te, ogni giorno è Pasqua,

ogni giorno è «primo mattino del mondo».

martedì 31 marzo 2009

CI VEDIAMO TRA UN PO'...


Sono passata a salutare tutti coloro che passeggeranno in questi giorni in questo boschetto tranquillo...!Parto per Bologna!!!Domani raggiungerò mio fratello e starò lì fino a Pasqua.
Al ritorno però aggiornerò il mio blog con le tante ricettine che gusteremo per questa grande Pasqua...preparatevi :-D
Vi auguro una bellissima settimana...
un bacione!!
Mariateresa


domenica 29 marzo 2009

ORA LEGALE


Per chi è pigro e non ha ancora cambiato le lancette di tutti gli orologi che ha a casa; per chi ancora cerca di recuperare l'ora di sonno che ha "perso" stanotte; per chi ancora sta gironzolando e dice :"Tanto ancora non sono le 15"; per chi continua a dire tutta la giornata: "Adesso dovrebbero essere le..."
forzaaaaaaaaaaaaaaaa, alla fine non è così disastroso cambiare orario :-)
Magari sembrerà che la giornata sia più breve oggi, ma da domani tutto sarà come sempre, anzi il sole ci accompagnerà per più ora...è tutta un'altra cosa :-D
Bello bello!!!
Buona domenica e..ci risentiamo ad Aprile :-)

sabato 28 marzo 2009

PANINI DOLCI

Ieri avevo voglia di preparare qualcosa per la colazione!A me piacciono molto dei panini sofficissimi, che vendono spesso i panifici. Sono leggeri e si possono riempire come si vuole. Così navigando un po' tra un sito e l'altro, sono "approdata" sul ricettario di Bianca, dove c'era questa bella ricettina e una foto, che mi ricordava tanto le brioche che cercavo io!
Così...proviamo!!!
Con queste dosi avremo circa 5-6 brioche.

200 gr di farina manitoba
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaio di miele
10 gr di lievito di birra
40-50 ml di latte tiepido
100 gr di yogurt (gusto a piacere)
1 cucchiaino raso di sale
20 gr di burro


Allora: Aggiungere al centro della farina: zucchero, miele, lievito di birra (sciolto nel latte) e yogurt. Lavorare bene e aggiungere il sale. Lasciar riposare per 30 minuti, coperto da un panno umido. Riprendere l'impasto ed aggiungere il burro morbido e lavorare di nuovo, finchè risulterà un impasto morbido ed elastico (potrebbe servire altra farina, ma attenzione a non aggiungerne tanta). Far lievitare di nuovo per 1 ora e mezza. Ricavare delle palline e allungarle un po' o dare la forma che si desidera. Fare su ognuna delle incisioni col coltello e rimettere a lievitare per 2 ore in una teglia. Accendere il forno e cuocere a 180° per circa 15 minuti.

Il risultato??
Sono davvero buoni!!Ne ho mangiato uno stamattina con la marmellata e..direi che è un buon inizio di giornata :-)

giovedì 26 marzo 2009

CURIOSITA': "I SIMBOLI PASQUALI"

Visto che ormai la Pasqua è vicina, ho deciso di scrivere qualche piccola curiosità sui simboli che tanto rappresentano questa importante ricorrenza. Prometto che presto ritornerò a sfornare dolci però :-D
Tra poco si da' il via alle tradizionali preparazioni...e ne sono davvero tante, dolci e salate! :-)

L' UOVO...
...è il simbolo pasquale per eccellenza!E' simile ad un sepolcro, che contiene in sé il germe del rinnovamento. Rappresenta quindi, il freddo e triste sepolcro che viene spazzato via da Cristo, che risorge e vince la morte!!
LE COLOMBE...
...simboleggiano l'inizio di una nuova vita: la Resurrezione!
LE CAMPANE...
...sono uno strumento musicale e di culto, che richiamano i fedeli per annunciare, a seconda del suono emesso, sventura, lutto o festa!A Pasqua, sono lo strumento più adatto a trasmettere velocemente e con gioia, il "lieto annuncio" della Resurrezione.
L'ULIVO...
...è un simbolo di pace. Rappresenta Dio che "fa la pace" con gli uomini, attraverso il dono di suo figlio Gesù, che vince la morte, per dare anche a noi la possibilità di risorgere!
L'AGNELLO...
 
...ha un signidicato sacrificale, oltre che dell'innocenza e del candore!
LA PRIMAVERA...
...dai tronchi freddi e morti dell'inverno, quasi per incanto, sbocciano le gemme...e tutta la natura comincia a rivivere!!
Spero sia stato un post interessante :-)
Auguro una buona preparazione per questa GRANDE PASQUA a tutti!!!
A presto.

lunedì 23 marzo 2009

E' PRIMAVERA...


"Ora comincia il tempo bello.
Udite un campanello che in mezzo al cielo dondola?
E' la cincia.
Comincia il tempo bello.
Udite lo squillar d'una fanfarache corre il cielo rapida?
E' il friguello.
Fringuello e cincia ognuno già prepara
per il suo nido il muschio e il ragnatelo;
e d'ora in ora primavera a gara cantano
uno sul pero, uno sul melo..."
Giovanni Pascoli

Qualche riga per annunciare questa nuova stagione, che da qualche giorno cerca di "farsi spazio" tra vento, pioggia, freddo.., tra i colori scuri e tristi, tra il bianco della neve, tra sciarpe e cappellini...!
Finalmente sta arrivando!!!
Per me la primavera è la stagione più bella :-) Ci sono colori vivaci, gli alberi cominciano a fiorire, il cielo è più azzurro, il sole più caldo; e il cinguettio degli uccelli che si inizia a sentire al mattino? E i bambini che già stanno ricominciando a giocare nei cortili? E quel sorriso che nasce spontaneamente, quando per strada il sole ti acceca e ti vien voglia di correre...!
Non c'è stagione più bella per me. E' come una rinascita...
Vi mando un saluto e ritornerò presto con tante buonissime ricette :-D
Con affetto,
Mariateresa


domenica 8 marzo 2009

AUGURI

Oggi è l'8 Marzo...la festa della donna!!!
Non ho fatto nessun dolce per oggi, ma voglio augurare una bellissima giornata con una canzone, che sinceramente ho "scoperto" da poco, ma è così dolce che mi sembrava adatta per oggi!
Auguri a tutte le donne e come cantava la mia cara nonna e le mie zie: "..Viva le donne, viva le belle donne, che sono le colonne dell'amor...!!!" :-)

'E femmene so comme è stelle
Si te pierde l'he 'a guardà
Ce ne stanno a mille a mille
Peccerelle, so' scintille
Ca pazzeano mmiezo 'o ffuoco
E pircio' n' 'e ppuo' acchiappa'
Si ll'affierre 'e ffaie stutà
Lass' è stà lass è vula
P te cuoce, te faje male
E cù cchi t'à vu piglià ?
Si sapisse comme é bello
A vedè sti lampetelle
Ca se specchiano int'all'uocchie
è chi è ssape accarezzà
una è lloro é 'a stella mia
pecché quanno 'a notte è scura
E stu core s'appaurapare
comme si 'a sentesseche me dice;
Aize 'a capa, siente addore ?
Guarda 'ncielo e staje sicuro,
tanto io stongo sempe ccà ! "


venerdì 27 febbraio 2009

PER FIOFIO' :o)

Non riesco a scriverti un commento sul tuo blog...!E' da ieri che ci provo, ma non mi carica mai la pagina. Così ti dedico un post sul mio blog...per dirti che sono felice che tu stia meglio :-)
Ricordo ancora il giorno in cui mi sono ritrovata per caso a leggere le tue parole.
Sempre in cerca di nuove ricette, vagavo tra siti e blog, per soffermarmi poi a leggerne uno che mi colpì tantissimo.
Sembrava l'avessi scritto io!!!
Rivedevo nelle tue parole quello che ero io, in quel periodo. Le stesse emozioni, sensazioni, la stessa disperazione e tristezza; la stessa rabbia, lo stesso terrore di non riprendersi più!
Mi sono sentita così vicina a te...e mi sembrava che di te sapessi già tutto.
Quando ho letto il titolo del tuo intervento:" Com'è straordinaria la vita!"...un sospiro di sollievo!!!
Ce l'hai fatta :-)
A volte lo so, i momenti tristi prendono il sopravvento..., ma ogni giorno che passa i ricordi si allontanano, la tristezza si fa sempre più da parte e un sorriso in più inizia a spuntare :-D
Guarda con occhi nuovi il mondo!
Ricordo il verso di una canzone di Baglioni che fa: "Più che di un mondo nuovo, c'è bisogno di occhi nuovi per guardare il mondo!"
Anche se capita che solo , ci sono tantissime cose belle che ci circondano..!
A volte non ci accontentiamo...non le vediamo!Esistono persone meravigliose, "anime" che sanno darti affetto e riesco a farti sentire importante, speciale. Ho temuto di aver perso ogni emozione; ho creduto che non sarei riuscita più a sorridere con gli occhi; ho avuto paura che fosse tutto già perduto...!Ma perchè non possiamo guardare solo le cose belle?Perchè non possiamo credere che meritiamo di più?Perchè dobbiamo toglierci un sorriso per dare spazio ad una lacrima?
Sii felice, sogna...vola..e nulla più!
Con la speranza che la tua vita....sia sempre in salita!!!
Un abbraccio,
Mariateresa.

E’ vero
credetemi è accaduto
di notte su di un ponte
guardando l’acqua scura
con la dannata voglia
di fare un tuffo giù uh
D’un tratto
qualcuno alle mie spalle
forse un angelo
vestito da passante
mi portò via dicendomi
Così ih:
Meraviglioso
ma come non ti accorgi
di quanto il mondo sia
meraviglioso
Meraviglioso
perfino il tuo dolore
potrà apparire poi
meraviglioso
Ma guarda intorno a te
che doni ti hanno fatto:
ti hanno inventato
il mare eh!
Tu dici non ho niente
Ti sembra niente il sole!
La vita
l’amore
Meraviglioso
il bene di una donna
che ama solo te
meraviglioso
La luce di un mattino
l’abbraccio di un amico
il viso di un bambino
meraviglioso
meraviglioso


mercoledì 25 febbraio 2009

"CUORE SENZA CUORE"

In questi giorni non ho detto nulla su Sanremo... Vi è piaciuto??? A me..tantissimo!Ho seguito tutte le puntate e non mi sono annoiata per niente. Le canzoni erano quasi tutte belle! Personalmente mi sarebbe piaciuto vincesse Alexia o Renga, ma va benissimo anche così...tanto il successo non dipende dal vincere o meno a Sanremo! Una canzone che però mi ha colpito è quella di Filippo Perbellini, o meglio di Riccardo Cocciante!Mi sembra una canzone da musical :-) (Per me poi, che amavo il famoso "Notre Dame de Paris"...!!!) Il "capitolo" Sanremo 2009 avrei voluto durasse di più. Era spettacolare, divertente, piacevole..insomma, ha risollevato un po' quella che è la televisione al giorno d'oggi e che ormai guardo sempre meno! Bello bello bello... :-D

Cuore senza cuore
A volte ti odio
E a volte ti voglio
Ma spesso tu non mi basti più
E il mio desiderio è altrove
Il cuore, macchina infernale
Che ti fa volare poi precipitare
Sì, il cuore, così disarmato
[poi cosi spietato
Fragile aquilone
Il cuore
Mi sveglio, che batte
E ad ogni respiro combatte
Cercando nella notte il perché
Si può amare anche il proprio dolore
il cuore brivido animale
Si, Il cuore, battito feroce, grido senza voce
Nel nome dell'amore
il cuore, senza cuore
Forse il segreto è aspettare
Qui seduto ai confini del mare
Qualcheduno che chiami il mio nome
Senza domandarmi se
È'amore, se è amore
Smarrito, distratto
Lo ammetto, imperfetto
Il mio cuore, sbagliato
Inchiodato nel petto
Sì, il cuore,
[macchina infernale
Che ti mette al muro
[poi ti fa volare
Sì, il mio cuore, che rimane muto...

http://www.youtube.com/watch?v=eyYqZO_FLJU

martedì 24 febbraio 2009

LE CHIACCHIERE...

Quest'anno è un Carnevale un po'...diverso!!! Non vedo colori, sorrisi, non vedo bambini mascherati che corrono tirando coriandoli e che ridono felici, non vedo quel sole che fa stare tanto bene...!Oggi il cielo è scuro, minaccia pioggia; dalla finestra vedo solo una strada deserta...e mi sembra tutto più triste! Ma non è Carnevale se non si prepara qualche dolcetto :-) Domenica ho preparato il classico migliaccio, ma purtroppo ho dimenticato di fare la foto (non ne ho avuto il tempo, hehe). Oggi invece, ho preparato delle buonissime "chiacchiere", o come le chiamate voi :-D Sono semplici, ma danno molta soddisfazione!Sono belle da vedere, gustose da mangiare e se non fossero fritte...sarebbero pure light :o)

500 gr di farina 00
50 gr di zucchero
50 gr di burro

3 tuorli

1 bicch
iere di vino bianco
olio per friggere

zucchero a velo

1 pizzico di bicarbonato (le fa gonfiare un po', ma se non l'avete non è assolutamente un problema)

Mescolare la farina con lo zucchero, il burro, i tuorli e il bicarb
onato. Aggiungere il vino bianco ed impastare. Risulterà una pasta liscia e con una consistenza nè troppo morbida, ma neanche dura. Dare all'impasto una forma un po' allungata e tagliare a pezzi. Stendere ogni pezzo, formando una sfoglia sottile (di qualche mm). Abbiate un po' di pazienza...l'impasto è elastico e quindi tende un po' a "ritirarsi", ma forza..."olio di gomito" :-) Con una rotella, tagliare la sfoglia formando dei rettangoli, triangoli o qualunque forma vogliate dargli. Versare l'olio in una pentola e farlo riscaldare. Quando è pronto, friggere le chiacchiere poche alla volta, finchè avranno un colore dorato. Grazie al vino, non assorbono molto olio!!! Una volta raffreddate, spolverizzare con zucchero a velo...e poi arriva il momento più piacevole...l'assaggio :-D

Vi lascio, sperando stiate passando un felicissimo e divertente Carnevale...

domenica 15 febbraio 2009

BISCOTTI ALLE NOCCIOLE


Anche se non l'ho festeggiato, sabato ho preparato per il fine settimana dei buonissimi biscotti alle nocciole. Avevamo delle nocciole da tostare e vedendo che erano davvero buone...è venuta l'idea di questi mitici biscotti, che di solito prepariamo nel periodo natalizio!
Se amate le nocciole, allora non potranno non piacervi!
Occorre:

440 gr di farina 00
200 gr di burro
200 gr di zucchero
4 uova
1/2 bustina di lievito in polvere (o poco più)
200 gr di nocciole sgusciate
zucchero a velo

Tritare le nocciole grossolanamente ed unire alla farina. A parte lavorare a crema il burro con lo zucchero e le uova, cercando di non fare grumi. Aggiungere alla farina e mescolare rapidamente (come per la pasta frolla). Se occorre, per amalgamare si può aggiungere un po' di latte (a me non è servito). Formare una palla, coprire con la pellicola e mettere in frigo per 20 minuti.
Stendere la pasta col matterello. Lo spesso è di circa 1 cm e mezzo. Di solito più doppi, sono più buoni...!Ricavare i biscotti con le apposite formine; mettere su una placca, ricoperta da carta forno e cuocere per circa 15 minuti.
Una volta freddi, spolverizzare con zucchero a velo!

martedì 10 febbraio 2009

Yuppy...

Alè oh oh, alè oh oh...:-D :-D :-D
Oggi è da ricordare!!Sono appena arrivata 1000 visitatori :-D
A pensare che era un blog nato più per uno sfogo personale che per altro. Non credevo neanche di portarlo avanti per tanto tempo!Ho iniziato a crearlo per scrivere i miei pensieri e poi invece, una ricetta alla volta sono giunta fin qui :o)
Sono sempre della stessa opinione...è strano, ma è come se fosse un rifugio!
Come se nessuno leggesse ciò che scrivi, come se parlassi con me stessa...quasi una sorta di diario!I tempi sono cambiati, hehe.
Da bambina ho scritto parecchi quaderni e sinceramente non me ne pento neanche un po'. Quelli però sono personalissimi e li tengo conservati come la cosa più preziosa che ho. Più si cresce invece, e più si usa un linguaggio da decifrare. Diventa sempre più difficile parlare di se!!
Ma a parte questo, credo che sia un bel metodo per farsi conoscere meglio da chi magari aveva una vaga idea del mio carattere!E poi, tra uno sfogo e l'altro, mi impegno anche a migliorare nelle mie dolci creazioni! :-)
Mi sento una piccola chef...!Magari il mio sogno di diventare una famosa pasticcera non si avvererà mai, ma nel mio piccolo, mi sento già abbastanza grande :-)
Ma c'è tanta strada da fare...e spero che voi sarete con me.
Al prossimo traguardo!!
Grazie a tutti!!!

CROSTATA TIRAMISU

Questa è proprio una bella ricetta!!!Ho assaggiato una crostata simile, fatta da mia cognata e poi ho letto un bel po' di ricette simili, su vari siti. Io ho fatto la mia versione...un misto tra le varie cose lette :-)
E' un dolce diverso dal solito. Un tiramisu diverso dal solito...!!
Sono rimasta veramente contenta...provatelo!

Per la PASTA FROLLA

250 gr di farina 00
100 gr di zucchero
50 gr di burro
1 uovo e mezzo (volendo, al posto del mezzo uovo, si può mettere un po' di acqua o latte, giusto per amalgamare meglio)
1 bustina di vanillina
1/2 bustina di lievito per dolci

Per la CREMA

250 gr di mascarpone
40 gr di zucchero
2 uova

savoiardi
nutella
2 tazzine di caffè
1 bicchierino di marsala
cacao in polvere q.b.

Allora: innanzitutto si prepara la pasta frolla, mescolando brevemente tutti gli ingredienti. Formare un panetto e mettere in frigo per una mezz'oretta. Riprendere la pasta, stenderla e foderare un ruoto per crostata, ricoperto di carta forno o imburrato ed infarinato. Bucherellare per bene (per evitare che si gonfi troppo); coprire con carta forno e con legumi secchi. Cuocere a 180° per 15 minuti. Togliere i legumi e la carta forno e rimettere in forno per circa 10 minuti, fino a quando sarà dorata, ma ancora morbida!!
Mentre si raffredda, si può preparare la crema.
Lavorare bene i tuorli d'uovo con lo zucchero, fino ad ottere un composto chiaro e spumoso. Con un cucchiaio di legno lavorare il mascarpone, finchè diventa una crema liscia e senza grumi. Unire il mascarpone al composto precedente. Montare a neve gli albumi con un pizzico di sale ed unire delicatamente al composto. La crema è fatta :-)
Una volta che la pasta frolla è fredda, spalmare un po' di nutella sulla base (servirà da isolante). Preparare il caffè ed allungare con un po' di acqua e marsala. Immergere velocemente un savoiardo per volta e disporre sulla crostata, formando un'altra base.
Una volta completato lo strato con i savoiardi, ricoprire con la crema preparata precedentemente. Spolverare con il cacao amaro e decorare a piacere. Mettere in frigo qualche ora prima d mangiarlo.
Occorre più tempo a scrivere la ricetta che a prepararla. E' davvero semplice!!Mi dispiace non aver fatto la foto della fetta :-(
C'ho penato troppo tardi!
Ma tanto la rifarò :o)
Alla prossima...

domenica 8 febbraio 2009

STICK ALLA PIZZAIOLA

Questa ricetta l'ho scopiazzata da un blog che seguo spesso...quello di Sara :-) ( http://ildolcemondodisara.blogspot.com/2009/02/stick-alla-pizzaiola_06.html )
Mi hanno colpita questi biscottini salati e gustosi, così ieri sera ho deciso di provarli. E' una ricetta semplice e velocissima. Il sapore è buono e come si dice: uno tira l'altro :-D

180 gr di farina 00
80 gr di burro
100 gr di parmigiano
concentrato di pomodoro o ketchup
1/2 cucchiaino di sale

olio e origano

Allora: mesclare la farina con il parmigiano grattuggiato. Aggiungere in burro morbido a pezzetti e il concentrato di pomodoro (io ho messo circa 50 gr di ketchup) quanto basta pr avere un impasto di colore rosso. Lavorare bene e formare una palla. Far riposare in frigo per 20 minuti.
Stendere la pasta e dare una forma a piacere. Io ho usato questo tagliapasta, ma si possono fare anche dei semplici bastoncini. Suggerisco di non intrecciarli (come ho fatto io con 2-3 biscotti), perchè in cottura non si asciugano bene.
Spennellare con olio e spolverare con origano. Cuocere a 180° per almeno 15-20 minuti.

E buon appetito :-)